Silvia Bolognesi è nata a Siena; si diploma in contrabbasso presso l’istituto pareggiato “R. Franci” di Siena, con il M°Andrea Granai, frequentando parallelamente il corso di contrabbasso tenuto dal M°Alberto Bocini presso l ’Ist. Musicale “G. Verdi” di Prato.
Si avvicina al jazz frequentando i corsi tenuti dall’associazione Siena Jazz con Ferruccio Spinetti, e presso la stessa partecipa ai seminari estivi (1998-1999) studiando con Furio di Castri, Ettore Fioravanti (musica d’insieme), e Giancarlo Gazzani (big band), frequenta il “corso di alta qualificazione per esecutori di jazz” stanziato dalla comunità europea, studiando con Furio di Castri, Mario Raia, Stefano Zenni e Francesco Martinelli, il “corso per trio” tenuto da Stefano Battaglia, Paolino dalla Porta e Fabrizio Sferra e partecipa inoltre al “laboratorio di ricerca musicale” diretto da Stefano Battaglia.
Nel 2003 viene selezionata per far parte dell’orchestra di Butch Morris con la quale parteciperà alla XIII edizione del festival di Roccella Jonica, sempre con Butch Morris si esibira’ nel 2010 eseguendo la conduction N. 192 “Possible universe” per la XXV edizione del festival di Sant’Anna Arresi.

Ha seguito laboratori di improvvisazione e composizione con Muhal Richard Abrams, Roscoe Mitchell e Anthony Braxton, studiando contabbasso con William Parker.
Collabora con la compagnia “Virgilio Sieni” danza, (“soli sulla tenerezza”, “la visitazione”, “concerto” quest’ultimo in trio con lo stesso Virgilio Sieni e Francesco Giomi all’elettronica rappresentato a Lille nel novembre 2004).
Varie le esperienze nell’ambito della musica classica (orchestra città di Grosseto e orchestra R.Franci) e teatrali (collaborazioni con David Riondino , Marco Messeri, compagnia “Liminalia”..).
Collabora stabilmente con Tiziana Ghiglioni e dal 2007 fa parte del New Nexus di Tiziano Tononi e Daniele Cavallanti.
Dal 2004 e’ leader del progetto “ Open-Combo “con il quale ha all’attivo 3 cd “introducing open combo” e “What was I saying?” per l’etichetta inglese “33 jazz records” mentre “Large” esce per la neonata “fonterossa records” della quale e’ fondatrice e curatrice.
Leader anche dell’Almond Tree’ da cui il cd “il Mandorlo” e dell’ottetto basato su composizioni per strumenti in legno “Xilo Music”.
Nel 2009 forma il trio Hear In Now con la chicagoana Tomeka Reid al violoncello e la newyorkese Mazz Swift al violino e voce, nello stesso periodo si consolida il duo con il polistrumentista newyorkese Sabir Mateen, con il quale poi inciderà Holidays in Siena edito da Rudi Records.

Dal 2007 tiene workshops sulla “conduction” con la collaborazione dei musicisti dell’Open Combo. Vincitrice del premio “Top Jazz 2010” per la rivista Musica Jazz categoria “miglior nuovo talento” e vincitrice del trofeo InSound 2010 per la categoria contrabbasso.
Nel 2011 trascorre un periodo negli Sates, di base a New York si esibisce con il trio Hear in Now in alcuni club locali e con la “Nublu Orchestra” diretta da Butch Morris.
Nel 2012 torna nuovamente negli states per un tour di Hear in Now nel MidWest e per la registrazione del secondo album in cui compare anche come ospite la cantante Dee Alexander. Di base a Chicago si esibisce con alcuni musicisti dell’AACM per poi partire verso New Orleans dove si esibirà’ nuovamente con Hear in Now all’ “Hip Fest” .
Di ritorno in Italia si esibirà con il Black Heart Ensemble di Nicole Mitchell a Milano in occasione della rassegna “Aperitivo in Concerto” presso il teatro Manzoni di Milano.
In duo con Maria Pia De Vito nel Carcere Borbonico dell’isola di Santo Stefano ,evento organizzato dal festival “rumori nell’isola” da cui uscirà il DVD “Suoni dal Carcere”.

E’ docente di contrabbasso, basso elettrico e musica d’insieme presso il C.F.M. della Fondazione Siena Jazz, contrabbasso e musica d’insieme nei corsi “S.J.U.- Siena Jazz University” e l’associazione, “Mosaico” di Colle Val d’Elsa e presso i seminari estivi “Marcello Melis” edizione 2009.

Si è esibita in vari festival europei e non: Sant’Anna Arresi Jazz, Vignola Jazz in It, Roccella Ionica festival, Clusone Jazz, Teano Jazz, La Spezia international Jazz Festival, Chicago Jazz Festival, Englewood jazz fest, Bansko jazz festival, Jazz Cerkno, Poznan “Made in Chicago” (Polonia), “Onna Jazz” (Tokyo), Hip Fest(New Orleans).

Ha suonato anche con Ernie Adams, Dee Alexander, Lewis Barnes, Gianni Basso, Jean Paul Bourelly, Mwata Bowden, Joe Bowie, Fabrizio Bosso, , Rob Brown, Cristiano Calcagnile, Domenico Caliri, Stefano ”Cocco” Cantini, Roberto Cecchetto, , Francesco Cusa, Vincent Davis, Ernest Dawkins, Miquel De La Cerna, Maria Pia De Vito, Hamid Drake, Dimitri Grechi Espinoza, Garrison Fewell, Ettore Fioravanti, Tiziana Ghiglioni, Nico Gori, Mauro Grossi, Jason Hwang, Pasquale Innarella, Paul Jeffrey, Stefano Maltese, Sabir Mateen, Laurence Butch Morris, David Murray, Fred Lonberg Holm, Evan Parker, Francesco Petreni, Fabrizio Puglisi, Enrico Rava, Scott Reeves, Giancarlo Schiaffini, Alan Silva, Achille Succi, Marco Tamburini, Chad Taylor, John Tchicai, Pietro Tonolo, Lorenzo Tucci, Ken Vandermark, Ed Wilkinson, Michael Zerang

Luca Serrapiglio è saxofonista e clarinettista basso, suona musica elettronica, è compositore, improvvisatore, performer. Si è diplomato in saxofono e musica jazz al Conservatorio di Alessandria, dove ha poi conseguito poi la laurea specialistica di II livello in saxofono classico.
Ha studiato, tra gli altri, con Claudio Lugo, Tim Berne, Anthony Braxton, William Parker, Moni Ovadia, Roman Siwùlak, Luigi Bonafede, Attilio Zanchi, Rob Brown, Luca Valentino.
Con il fratello Andrea compone e suona le musiche degli spettacoli del danzatore e coreografo Leonardo Diana. “Verso la luce”, selezionato al Festival Fabbrica Europa 2007, è ancora oggi replicato in svariati Festival in Italia e in Europa. Nel 2011 “E l’uomo creò sè stesso” è finalista al Premio Equilibrio 2011 presso l’Auditorium di Roma. A novembre 2012 viene presentato al Teatro Cantiere Florida di Firenze “La porta del mare”, delle cui musiche è di nuovo co-autore ed esecutore in scena. Nel 2013 insieme a Leonardo Diana, Andrea Serrapiglio, Chiara Cinquini e Chiara Innocenti fonda il collettivo Clak-Teatro Contagi, con cui presenta il progetto di ricerca permanente “Zona Interattiva”.
Ha registrato diversi album con le sue band, Samsingen, Airchamber 3, Tongs, e come  solista ospite, per etichette come Amirani Records, Long Song Records, Fratto Nove Under The Sky.  Nel 2006 con Andrea Serrapiglio e Andrea “Ics” Ferraris crea il gruppo di musica elettroacustica Airchamber 3, con cui pubblica due dischi, crea colonne sonore di cortometraggi, e nel 2014 sonorizza dal vivo “Metropolis” di Fritz Lang durante la Notte Bianca di Firenze.
Ha lavorato tra gli altri con Leonardo Diana, Nicola Guazzaloca, Luca Bernard, Luigi Bonafede, Andrea Lanza, Vincenzo Vasi, Anthony Braxton, Taylor Ho-Binum,  Chris Jonas, Claudio Cinelli, Moni Ovadia, Gianni Mimmo, Xabier Iriondo, Adalberto Ferrari, Dominic Cramp, Francesco Cusa.
Insegna saxofono nei progetti  Propedeutica e Scuola per adulti del Conservatorio di Alessandria, dove conduce il suo Laboratorio di Improvvisazione.
E’ ideatore e organizzatore degli eventi e delle rassegne dell’associazione culturale Cascina Valdapozzo.